Pensionamento con “Quota 103”: requisiti, condizioni e domande.

La Legge di Bilancio 2023 ha introdotto una nuova forma di pensionamento anticipata, denominata cd. “Quota 103”.

L’INPS, con il messaggio n. 754, ha comunicato che è già possibile presentare istanza di accesso. 

REQUISITI

Il diritto alla pensione “Quota 103” si consegue al raggiungimento, entro il 31 dicembre 2023, di un'età anagrafica di almeno 62 anni e di un'anzianità contributiva di almeno 41 anni.

Possono accedervi i lavoratori dipendenti, pubblici e privati.

Sono esclusi il personale militare delle Forze armate, il personale delle Forze di polizia a ordinamento civile (ivi compreso il Corpo di polizia penitenziaria), il personale operativo del Corpo nazionale dei vigili del fuoco.

Il raggiungimento dei requisiti entro il termine previsto conferisce la possibilità di richiedere la prestazione anche negli anni successivi.  

CONDIZIONI

Riguardo ai criteri di calcolo, si prevede che il trattamento sia riconosciuto:

in una prima fase, nel rispetto di un limite massimo mensile di importo, pari al quintuplo del valore lordo mensile del trattamento minimo (cioè 2839,70 euro al mese);

a decorrere dal mese in cui si avrebbe diritto alla pensione di vecchiaia (e, dunque, compimento di 67 anni, salvo casi specifici), secondo gli ordinari criteri di calcolo.

Ad ogni modo, il trattamento erogato nella prima fase non è cumulabile con i redditi da lavoro dipendente o autonomo, ad eccezione parziale di quelli da lavoro autonomo occasionale (nel limite di 5.000 euro lordi annui).

INCENTIVO AL RINVIO DEL PENSIONAMENTO

La legge introduce anche un incentivo per i lavoratori dipendenti che, pur avendo maturato i requisiti pensionistici della predetta quota 103, rimangono in servizio: in tal caso, infatti, viene meno l'obbligo di versamento all'ente previdenziale dei contributi a carico del lavoratore e del datore di lavoro ed il medesimo importo viene quindi corrisposto interamente al lavoratore.

COME PRESENTARE DOMANDA

L’istanza per l’accesso al trattamento pensionistico deve essere presentata sul sito INPS, tramite SPID oppure rivolgendosi agli istituti di Patronato.

RECENTI

recent post News

Trattamento integrativo per i lavoratori del settore turismo: le indicazioni operative dell’Agenzia delle Entrate

Al fine di sostenere il settore turistico, la Legge di Bilancio ha previsto la proroga del “trattamento integrativo speciale” a favore dei lavoratori dipendenti. Scopri tutti i dettagli.

recent post News

Convegno ANMIC Massa Carrara: fare rete contro le discriminazioni sui disabili

Da “La Nazione” Grande soddisfazione per la riuscita del convegno “La violenza e la discriminazione sulle persone con disabilità: l'importanza di fare rete sul territorio”, promosso dall'Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi Civili a Palazzo Ducale, che sabato scorso ha suggellato la giornata per ribadire “la condanna a tutte le violenze – dichiarano gli organizzatori – a partire da quella sulle donne e proseguendo con quelle verso i disabili e tutti i soggetti cosiddetti fragili”.

recent post News

Licenziamenti illegittimi, la giurisprudenza smonta il Jobs Act e delinea una nuova riforma in materia

A circa 9 anni dall’emanazione del Decreto Legislativo n. 23 del 2015 (uno dei decreti attuativi del cd. “Jobs Act”), è possibile affermare che la disciplina sui licenziamenti è ancora fonte di instabilità ed incertezza.

Comunicati Stampa