APPESANTIRE LE BUSTE PAGA PER AFFRONTARE L’INVERNO

Ce ne siamo accorti tutti: lavoratori, pensionati, giovani e disoccupati, abbiamo tutti dovuto far fronte ad un’impennata micidiale dei prezzi che ha ridotto, ancora di più, il nostro potere d’acquisto. A detta degli esperti, inoltre, l'inflazione non accennerà a fermarsi nei prossimi mesi.

Si preannuncia, dunque, un Inverno difficilissimo per i cittadini italiani. Una situazione eccezionale che richiede strumenti straordinari.

Le misure sinora adottate sono clamorosamente insufficienti: il bonus 200€ di luglio non è ancora arrivato a tutti i beneficiari; l’esonero contributivo da Settembre a Dicembre si traduce in un aumento irrisorio degli stipendi, da 15 a 20€ circa al mese; anche il nuovo bonus di 150€, erogato probabilmente non prima di Novembre, non servirà a colmare le gravi perdite subite negli ultimi mesi.

Il sistema dei bonus non può reggere a lungo: occorre aumentare stabilmente i salari, cercando di non innescare una pericolosa spirale.

Lo Snalv Confsal propone, a tal proposito, di introdurre un meccanismo provvisorio che incentivi i rinnovi dei Contratti collettivi in scadenza, a partire dalla detassazione totale degli incrementi retributivi definiti entro la fine dell’anno.

Una misura del genere non comporterebbe nuovi oneri per le casse dello Stato e si porrebbe nell’ottica di realizzare un duplice obiettivo:

Non solo quello di aumentare, finalmente, i salari dei lavoratori (che hanno avuto il tasso di crescita più basso in Europea negli ultimi 30 anni);

Concentrare gli sforzi della finanza pubblica sul contenimento del costo dell’energia e sul caro-bollette, i cui importi elevati stanno portando sul lastrico famiglie e piccole imprese.

RECENTI

recent post News

Massa, riunione organizzativa dello Snalv Confsal per il settore socio-sanitario-assistenziale-educativo

Si è tenuta martedi 31 ottobre una riunione organizzativa del Sindacato presso la città di Aulla, sede della R.S.A. Sanatrix dove lo Snalv ha di recente ottenuto un'importante pronuncia del Giudice del Lavoro

recent post News

CANALE WHATSAPP SNALV CONFSAL

Segui il canale Snalv Confsal su WhatsApp: https://whatsapp.com/channel/0029VaDEsmf11ulKarHzNt1W

recent post News

TORINO: CENTRO PERMANENZA E RIMPATRIO CHIUSO DA 7 MESI E LAVORATORI LICENZIATI IN SEGUITO A UN INCENDIO. L’INTERVENTO DELLO SNALV CONFSAL.

Torino, 24 ottobre 2023. Nonostante le dichiarazioni del Governo, tradotte in un recente decreto legge, sull’immediata apertura di nuovi Centri di Permanenza per il Rimpatrio (i cosiddetti Cpr) - ritenuti essenziali per fronteggiare l’ondata di sbarchi che ha superato quota 140mila arrivi da gennaio - la struttura di Torino rimane chiusa da oltre sette mesi, in seguito a un incendio divampato e i lavoratori sono stati licenziati. A denunciare la situazione è il sindacato autonomo Confsal e la sua federazione di categoria Snalv Confsal che parla di licenziamento dei dipendenti, dovuto all’impossibilità di richiedere altri ammortizzatori sociali, allo scadere del periodo di Cassa Integrazione applicata.

Comunicati Stampa