RSA, facciamo chiarezza: il primo evento dello Snalv Confsal Lombardia dedicato ai lavoratori del socio-sanitario-assistenziale.

Si è concluso il primo evento dello Snalv Confsal Lombardia dedicato ai lavoratori del socio-sanitario-assistenziale.
Giornata intensa che ha prodotto un proficuo scambio di idee tra lavoratori, dirigenti sindacali, realtà associative datoriali, consulenti e professionisti del settore.

Le problematiche delle RSA sono note, così come le cause da cui derivano. Occorre l'impegno del Sindacato per  un'azione sinergica con tutte le parti in campo. Un impegno che il Segretario regionale Giuseppe Papasidero sta portando avanti anche in Lombardia.

Grazie, in particolare, a Elena Lucchini e alla Regione Lombardia, Zucchelli Servizi, Asnali regionale Lombardia, Stefano D'Errico, Anaste Lombardia e A.I.M.O.N. (movimento per gli Oss)

RECENTI

recent post News

IL TRIBUNALE DI MASSA CARRARA ORDINA A SERENI ORIZZONTI DI APPLICARE IL CONTRATTO ANASTE PRESSO LA RSA SANATRIX DI AULLA. DICHIARATO ILLEGITTIMO L’ACCORDO DI 150 EURO PER SANARE GLI ARRETRATI.

recent post News

Colisee Italia: la nota unitaria delle Segreterie SNALV Piemonte e SNALV Lombardia sul lavoro in corso.

FATTI, NON CHIACCHIERE! LO SNALV CONFSAL A LAVORO PER TUTELARE TUTTI I DIPENDENTI DI COLISEE ITALIA Mentre altre sigle sindacali cercano di confondere i lavoratori, con l'unico fine di tutelare i PROPRI interessi e non quelli dei dipendenti coinvolti dal passaggio societario, la Confsal - terzo Sindacato in Italia - sta lavorando notte e giorno per il tramite della propria federazione di categoria, lo Snalv Confsal, al fine di garantire, punto su punto, maggiori diritti e maggiori tutele per i lavoratori.

recent post News

“Dall’invalidità ai percorsi di reinserimento lavorativo nelle donne operate al seno”, il comparto Lavoratori fragili dello Snalv Confsal all’evento de ONCONAUTI

In Italia, circa il 50% delle nuove diagnosi di tumore vengono effettuate in età lavorativa e ogni anno circa 100.000 persone si aggiungono all’esercito di ormai quasi 1.500.000 “pazienti-lavoratori” oncologici che sono rientrati al lavoro dopo un episodio di tumore. Fra questi, le donne operate al seno rappresentano il gruppo più cospicuo (circa 800.000 lungosopravviventi), con un numero di pazienti con limitazioni funzionali che supera il 60%

Comunicati Stampa