Risorse PNRR a rischio, il Dipartimento per il SUD della Confsal insiste sulle proposte presentate durante ‘Missione Mediterraneo’

Roma, 9 giugno 2023 - La riuscita del PNRR è un obiettivo che coinvolge l’intero sistema Paese. Per questo motivo la Confsal ha lanciato, per il tramite del proprio Dipartimento, l’iniziativa “Missione Mediterraneo”, che mira a creare un filo interlocutorio efficace tra tutte le Istituzioni coinvolte.

Proprio durante gli eventi di “Missione Mediterraneo”, il Dipartimento ha presentato una serie di proposte concrete, finalizzate a potenziare la capacità amministrativa degli Enti Locali, soprattutto del Meridione.

Le amministrazioni locali dei territori più svantaggiati – che non riescono a partecipare ai bandi per carenza di expertise tecnica – rischiano, infatti, di rimanere fuori da progetti indispensabili per la loro comunità, che potrebbero consentire il potenziamento (o, in alcuni casi, il “ripristino”) di servizi pubblici essenziali.

Nelle scorse settimane, pertanto, il Dipartimento ha trasmesso un’ulteriore nota al Ministro Fitto, suggerendo l’immediata introduzione di almeno due misure specifiche:

  • Adozione del criterio basato sul fabbisogno territoriale per le misure non ancora attivate, in modo da indirizzare le risorse ai territori che manifestano una carenza maggiore di servizi (scuole, asili nido, sanità, infrastrutture, ecc.);
  • Promozione di forme di consorzio tra gli Enti Locali, mediante la costituzione di Centri territoriali di progettazione ed attuazione, con il supporto del Servizio centrale per il PNRR. Il Dipartimento Confsal sostiene da tempo l’alleanza tra Enti Locali, che, su scala territoriale, possano condividere le figure professionali necessarie a gestire il corretto espletamento delle procedure. Il Governo ha recepito tale proposta limitandola, tuttavia, ai Comuni con una popolazione inferiore ai 10.000 abitanti.

Le proposte del Dipartimento sono state già condivise con l’Anci, con la Conferenza delle regioni e delle province autonome, con la Regione Puglia e la Regione Calabria. In particolare, il Presidente Emiliano e il Presidente Occhiuto hanno già espresso la loro adesione nel merito. 

 

Leggi qui la nota trasmessa al Ministro Fitto.


 

RECENTI

recent post News

Massa, riunione organizzativa dello Snalv Confsal per il settore socio-sanitario-assistenziale-educativo

Si è tenuta martedi 31 ottobre una riunione organizzativa del Sindacato presso la città di Aulla, sede della R.S.A. Sanatrix dove lo Snalv ha di recente ottenuto un'importante pronuncia del Giudice del Lavoro

recent post News

CANALE WHATSAPP SNALV CONFSAL

Segui il canale Snalv Confsal su WhatsApp: https://whatsapp.com/channel/0029VaDEsmf11ulKarHzNt1W

recent post News

TORINO: CENTRO PERMANENZA E RIMPATRIO CHIUSO DA 7 MESI E LAVORATORI LICENZIATI IN SEGUITO A UN INCENDIO. L’INTERVENTO DELLO SNALV CONFSAL.

Torino, 24 ottobre 2023. Nonostante le dichiarazioni del Governo, tradotte in un recente decreto legge, sull’immediata apertura di nuovi Centri di Permanenza per il Rimpatrio (i cosiddetti Cpr) - ritenuti essenziali per fronteggiare l’ondata di sbarchi che ha superato quota 140mila arrivi da gennaio - la struttura di Torino rimane chiusa da oltre sette mesi, in seguito a un incendio divampato e i lavoratori sono stati licenziati. A denunciare la situazione è il sindacato autonomo Confsal e la sua federazione di categoria Snalv Confsal che parla di licenziamento dei dipendenti, dovuto all’impossibilità di richiedere altri ammortizzatori sociali, allo scadere del periodo di Cassa Integrazione applicata.

Comunicati Stampa